Inno del Giubileo della Misericordia

3
852

In occasione dell’Anno Giubilare il Pontificio Consiglio per la Nuova Evangelizzazione ed il M° Massimo Palombella, direttore del coro della Cappella Sistina, hanno invitato novanta compositori di tutto il mondo a cimentarsi nella composizione dell’Inno. Di essi ventuno hanno risposto alla chiamata ed alla fine è stato scelta la musica del compositore inglese Paul Inwood. Le parole sono del Padre gesuita Eugenio Costa. Agli autori era stato chiesto di inserire nel ritornello il motto di questo anno giubilare: la citazione in latino “Misericordes sicut Pater” tratta da Lc 6, 36 in cui Gesù chiede di essere misericordiosi come il Padre. Inoltre il testo doveva contenere anche il passo “in Aeternum misericordia eius” (la Sua misericordia dura in eterno) preso dal Salmo 135. Il brano ha la classica struttura innica con ritornello e quattro strofe, una dedicata al Padre, una al Figlio, una allo Spirito Santo e la quarta che li unisce tutti e tre. Non sono necessari cantori professionisti o solisti: è l’assemblea che canta! È un pezzo studiato appositamente per essere di natura processionale: un ritmo calmo e tranquillo, un canto che cadenza il passo, che ci inizia alla celebrazione, che ci aiuta a camminare nella fede e nella speranza certi della Sua misericordia.



Articolo precedenteCanto a cori riuniti per la rassegna del dicembre 2016
Articolo successivoDALLA BIBBIA ALLA STORIA
Prof. Paolo Tarantino
Medico Chirurgo e Gregorianista. Nel 2000 viene nominato Organista presso la Basilica Cattedrale “Santa Maria della Purificazione” in Termoli. Dal 2002 al 2005 è anche Organista presso la Chiesa “Gesù di Nazareth” in Roma. Nel 2003 fonda il coro “Soli Deo Gloria” della Basilica Cattedrale e ne è a tutt’oggi il direttore. Numerosi gli eventi musicali che organizza, nel corso degli anni, anche in collaborazione con scuole private di musica presenti sul territorio. Diverse anche le collaborazioni con i vari cori della diocesi e con associazioni molisane musicali e non. Nel 2009 realizza assieme al regista Redi Maffino Maghenzani il recital-evento “Timotheo”, spettacolo musicale sulla vita di S. Timoteo, discepolo di Paolo, e sul ritrovamento delle sue spoglie nella città di Termoli. Nel 2009 fonda, assieme a d. Marco Colonna, il Coro della Diocesi di Termoli-Larino del quale è direttore. Dal 2010 è membro dell'Ufficio liturgico diocesano e responsabile della Musoca Sacra. Nel 2011 riceve il premio “Noi…artisti di questa terra”, durante la manifestazione omonima tenutasi a Montorio nei Frentani dove si è esibito dirigendo il coro della diocesi e circa cento orchestrali con un repertorio che spaziava da Rossini a Morricone. Nel 2012 prende parte come direttore musicale all’Iniziativa “La Parola al Sabato” in collaborazione con Orazio Coclite, Commentatore RAI. In più occasioni si è occupato dell’animazione musicale nelle Messe trasmesse dalla Rai e da Mediaset, nonchè da TV locali quali TRSP. Nel 2014 dirige il Coro della diocesi nella Basilica di S. Pietro in Vaticano. Nel 2014 fonda, assieme a d. Marco Colonna, l’Istituto diocesano di Musica Sacra del quale è direttore. Presso l’Istituto tiene gli insegnamenti di Pastorale della Musica e Musicologia liturgica, Anatomia e Fisiologia dell’apparato fonatorio, Storia della Musica Sacra, Canto gregoriano, Direzione di coro. Numerose le partecipazioni a concerti sia come Organista che come Direttore di coro. Nel 2018, con l'istituzione della Cappella Musicale presso la Basilica Cattedrale di Termoli con nomina vescovile assume l'incarico di Maestro di Cappella. Si forma come gregorianista frequentando il quinquennio istituzionale di Canto gregoriano presso il Centro Studi Francescano di Assisi e presso l'AiscGre (Associazione internazionale di Canto Gregoriano) di cui è socio. Compie i suoi studi con gregorianisti di fama internazionale tra cui A. Sweitzer, J.B.Goeshel, G. Conti, F. Rampi, F. Praßl, J. C. Asencio etc.. e consegue il Diploma of Advanced Study in Canto gregoriano, Paleografia e Semiologia presso il Conservatorio di Lugano. È attualmento impegnato, presso lo stesso conservatorio, nel conseguimento del Master in Canto Gregoriano. Frequenta annualmente corsi di aggiornamento, sessioni di studio e convegni sulla Musica sacra e sul Canto gregoriano. Altri titoli conseguiti e principali corsi formativi a cui ha partecipato: • Diploma di Organo liturgico • Diploma in Direzione di coro • Diploma in Musica liturgica (CEI) • Diploma di Perfezionamento liturgico-musicale (CEI e patrocinato dal Pontificio Istituto di Musica Sacra)

3 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per piacere inserisci il tuo commento!
Per piacere inserisci qui il tuo nome